ux design in 5 passaggi web design di digitaltusk.it a busto arsizio

La user experience (esperienza dell’utente), per definizione,

comprende tutti gli aspetti dell’interazione dell’utente finale con l’azienda, i suoi servizi e i suoi prodotti.

Cerchiamo quindi di dare una connotazione al progetto che vuole soddisfare questa esigenza.

Succede spesso che l’imprenditore, o il responsabile marketing di un’attività o azienda, si debba interfacciare con i professionisti di comunicazione e pubblicità, e questi ultimi, da tecnici quali sono, non sappiano tradurre in linguaggio comune il proprio mestiere. Da una parte è giusto così, in fin dei conti il meccanico la chiave inglese la deve chiamare chiave inglese, e non “aggeggio per girare i bulloni”, d’altra parte però ognuno fa il suo mestiere e non bisogna dare per scontato che il proprietario di un’azienda tessile conosca i termini tecnici dell’informatica, del design o della fotografia.

Tuttavia noto sempre più spesso che i termini tecnici, e gli inglesismi, rientrano prepotenti e in modo errato all’interno delle conversazioni sia online, che in fase di colloquio, perdendo così il loro vero significato. UX Design è sicuramente uno di questi termini. Oggi è tutto UX Design, ma perché?

ux design digitaltusk per web design

UX Design: cos’è?

Prima di tutto bisogna chiarire un breve ma importantissimo aspetto: UX Design non è un sinonimo di altri termini come: web design, user interface design, marketing, graphic design o qualsiasi altro inglesismo esistente (o non) volto a indicare una specifica mansione. Si tratta di un problema radicato nella lingua italiana e professionale. Quando un termine suona particolarmente bene, e nessuno ci spiega esattamente cosa indica, tendiamo ad usarlo per racchiudere una grande varietà di azioni che altrimenti non sapremmo come indicare. Di certo i trend non aiutano, e bisogna ammettere che molti professionisti se ne approfittino un po’.

Hai bisogno di qualcuno che realizzi il tuo sito web? Dai un occhio al nostro servizio di WEB DESIGN

ux design web design wordpress business

UX Design: multidiscipline al servizio del risultato

Innanzitutto diamo una definizione di design, che a molti pare già un termine vago e poco preciso di indicare una certa sfera di mansioni. Quindi, da Lexico di Oxford :

Un piano o un disegno prodotto per mostrare l’aspetto e la funzione o il funzionamento di un edificio, un indumento o un altro oggetto prima che sia realizzato.

Quindi il designer è un progettista, una mante prima che un braccio, qualcuno che analizza gli aspetti funzionali di un determinato oggetto, e ne sviluppa le basi e le potenzialità tenendo presenti gli obiettivi finali. Questo è forse il passo cruciale da tenere in considerazione. Quando si richiede un sito web che possa essere anche uno strumento di lavoro, e non una semplice vetrina, è necessario fidarsi del designer.

Premettiamo che la figura dello UX Designer è forse una delle più complesse, in quanto dovrebbe coordinare un team tecnico, basandosi sulle sue ricerche, studi, progetti e complessità degli obiettivi. A grandi livelli queste figure ricoprono esclusivamente il proprio ruolo, ma bisogna essere anche obiettivi, e qui mi riferisco più che altro ai puristi della professione. Purtroppo sento spesso designer lamentarsi, talvolta in modo denigratorio nei confronti di attività che non potendo avere una squadra di tecnici a disposizione si affidano a piccole agenzie. Si affidano talvolta anche ad un solo freelance che svolge tutte le mansioni per la realizzazione di un sito web. Mi va di chiarire la mia posizione a riguardo: gli strumenti a cui può attingere un’azienda vanno in funzione del budget e del piano di business, e non viceversa. Per cui è logico (ma evidentemente non per tutti) che una piccola azienda manifatturiera, o un ristorante di provincia non possano permettersi una squadra di designer e marketer per la propria attività. Con questo non voglio dire che uno dovrebbe affidarsi al famoso cugino, ma semplicemente che esiste un livello di servizio per ogni possibilità. Personalmente studio le possibilità del cliente, e cerco di trovare la soluzione più efficace per lui, che possa rispecchiare le sue effettive possibilità economiche; come si suol dire: sfruttiamo al massimo il budget a disposizione.

Quello che leggerai qui sotto non è un approfondimento del termine, e della natura dello UX Designer, ma il nostro approccio a questo mondo ibrido, in cui cerchiamo di fornire un servizio più completo e complesso alle attività e alle aziende che non posso permettersi una squadra di tecnici di informatica e marketing. Mentre se ti interessa conoscere più approfonditamente tutti gli aspetti dello UX Design ti consiglio di leggere questo articolo.

Approfondisci in letteratura con 

1. Intervista

0%

Se deciderete di affidarci il vostro sito web, questo sarà il primo passo. In ogni caso, per chiunque sceglierete come designer, assicuratevi che non sia un semplice esecutore.

L’importante per noi è farvi domande, capire le vostre esigenze, ma ancora di più capire qual’è il pubblico a cui vi rivolgete, e studiarlo. L’imperativo è sfruttare al massimo le potenzialità di vari strumenti, tra cui web design, per creare i giusti meccanismi che possano permettere di raggiungere gli obiettivi dell’attività. Per cui è fondamentale che il designer a cui vi affidiate vi ponga domande, indaghi a fondo e impari approfonditamente il vostro settore, e nello specifico la vostra attività.

2. Stesura del progetto

0%

Sfruttiamo quindi le informazioni ricevute nell’intervista per iniziare a ragionare sia sulla complessità del progetto, in termini di struttura, che sui meccanismi che veicoleranno l’utente attraverso le azioni e le informazioni che il sito mostrerà. Per noi è importante non dare per scontato nemmeno le macro informazioni. Ad esempio:

è un e-commerce, quindi deve vendere.

Bisogna chiarire che un e-commerce non è solo una pagina dove persone casuali comprano i vostri prodotti, ma un vero e proprio negozio.
Si tratta di un punto vendita digitale, e a ragion veduta, necessita di una serie di informazioni, accortezze e percorsi logici più chiari e semplici possibile. Questo perché l’utente non si smarrisca in una navigazione complessa, vagando tra i prodotti senza criterio, perdendo interesse e uscendo senza nemmeno salutare e lasciare il proprio contatto.

Questa è quindi la fase più delicata, dove il design e le funzioni rappresentano fondamentalmente i corridoi, gli assistenti di vendita e tutte le premure che si possono riservare ad un cliente, in uno spazio fisico (anche di più!).

Stesso discorso vale per siti istituzionali, che devono rappresentare l’immagine coordinata – lato digital – dell’azienda, pertanto la loro semplicità d’utilizzo, il design curato e tutti gli aspetti del marketing, devono essere ben rappresentati nel punto più visibile dell’azienda: il sito web.

3.1 Sviluppo

0%

L’obiettivo è quello di coniugare l’intervista, quindi la stesura, con tempi di esecuzione rapidi e mirati. Riuscire a sviluppare un progetto, anche complesso, in un lasso di tempo ragionevole, è il miglior modo per contenere il budget, e distribuirlo nella maniera più logica. Bisogna sempre tener conto che generalmente un progetto si dilata particolarmente nel tempo perché qualcosa è andato storto nelle prime due fasi. Si tende a dire che il cliente ha sempre ragione, ma questo modo arcaico di pensare ha portato col tempo molti imprenditori a non fidarsi dei professionisti che assumono, e pagano, ma a voler imporre la propria visione, anche quando questa va contro i principi base dell’ambiente digitale.

Vorrei precisare che la nostra filosofia di pensiero vede la realizzazione delle necessità di comunicazione e pubblicità come un lavoro di sinergia molto potente, e non un mero rapporto cliente-fornitore. La vittoria di un pubblicitario è nel far vincere il proprio cliente, e non snaturare la sua azienda. Questa è quindi la vittoria dello UX Design

Situazione ben diversa quando invece ci rapportiamo con il marketing di una company. In questo caso, come lavoro sinergico, è necessario per noi diventare dei meri esecutori, cercando sempre di portare qualche buon consiglio, qualora fosse richiesto.

3.2 Realizzazione del materiale

0%

Capita spesso che non sia disponibile tutto il materiale che serve per la realizzazione di un buon sito web. Questo vale soprattutto per il reparto fotografico, che vede le aziende quasi sempre sprovviste di buon materiale visivo. Si può fare un discorso analogo per quel che riguarda grafica e copy, di cui il mondo digital ha una gran sete. Negli anni abbiamo deciso di includere nel team professionisti in grado di soddisfare queste necessità. In questo modo, se lo desideri, puoi affidarci l’intero progetto, e quindi poter avere un controllo diretto sul materiale prodotto: questo è un vero plus valore per avere una comunicazione coordinata e efficace, senza gravare sul tuo tempo lavorativo.

Per quanto riguarda l’inserimento del materiale, viene ovviamente tutto organizzato in ottica SEO Friendly, e qualora non si disponesse di un professionista SEO, ci adoperiamo ad applicare la meglio le ottimizzazioni per i motori di ricerca.

4. Test e revisione

0%

Prima di dare il via libera ci preoccupiamo di realizzare dei test. I test consistono nel verificare in un primo momento che tutte le funzioni siano operative e senza errori, quindi con l’iter più logico:

  • Test tecnico;
  • Test funzionale con utenti non specializzati;
  • Revisione e miglioramenti delle funzioni e del design;
  • Test finale con committenza;
  • Messa in opera del sito web con operazioni finali*.

* Queste comprendono ad esempio l’aggiunta della Privacy Policy (di solito fornita da te. Se non disponi di una privacy ti consigliamo di rivolgerti a un legale specializzato. In alternativa esistono dei servizi online dedicati, ed economici come iubenda), oppure l’aggancio a Google Search Console e Google Analytics.

5. Assistenza e mantenimento

0%

Stando alla mia-nostra esperienza, e a quella di molti colleghi, questo punto viene spesso snobbato, denigrato e mal interpretato da parte di molte aziende e attività. L’idea di dover pagare un servizio continuativo, dopo l’acquisto di un servizio, è visto con grande negatività. Sfortunatamente è sempre difficile riuscire a far percepire la positività di un punto chiave come questo. Ci proverò qui di seguito, ma dopo aver chiarito un passo fondamentale: la user experience non finisce a pochi mesi dalla messa in opera. Un sito web dinamico deve evolversi, restare al passo coi tempi e soddisfare le esigenze di usabilità man mano che progrediscono. Basta pensare agli schermi dei telefoni, a come sono cambiati e migliorati nel corso degli anni. Potrebbe quindi lo UX Design smettere di compiete il suo dovere?

La tecnologia progredisce molto rapidamente, e le aziende che la sviluppano, per poter stare in piedi, necessitano di costanti aggiornamenti e migliorie. Quindi non siamo noi freelance, web agency o sviluppatori a voler che questo accada, ma sono i mezzi tecnologici che abbiamo a disposizione ad imporlo. Questo vuol dire che lo sviluppo di un sito web impone poi una manutenzione costante per aggiornare i linguaggi, i software e il design al progredire tecnologico.

Chiariamo: il sito viene consegnato nella forma più aggiornata possibile. Una volta concluso il lavoro, nessun operatore è responsabile degli aggiornamenti che verranno effettuati dalle software house dei programmi utilizzati. Per questo viene sempre proposta una forma di assistenza e mantenimento. 

Personalmente non insisto mai troppo su questo punto. Mi rendo conto che non ci possa essere a disposizione budget infinito per un sito web. Tuttavia ci tengo sempre a specificare che singoli interventi, da effettuarsi tramite la formula richiesta-preventivo, che prima o poi si dimostreranno necessari, risultano sul lungo tempo più onerosi e più faticosi, soprattutto per te.

Quindi la proposta prevede che saremo noi a seguire il tuo sito, effettuare migliorie, aggiornamenti, aggiunte: e con questo servizio avrai un sito web dinamico, sempre operativo, con un team reattivo pronto a intervenire ogni qualvolta fosse necessario, senza attese e costi aggiuntivi.

Conclusione

Come hai appena visto l’approccio per la realizzazione di un sito web non è soltanto un’installazione di WordPress con una manciata di plug-in casuali, ma un vero e proprio strumento di business. Richiede quindi competenza e esperienza, utili per gestire progetti che per quanto semplici, risultano comunque essere articolati e complessi. Leggi anche: WordPress come strumento di business. Lo UX Design è parte integrante e fondamentale di questo percorso, e a sua volta racchiude tutte le specialità necessarie a fornirti un prodotto di qualità.

Vittorio Bottini

Se ti interessa spiegarci le tue necessità, e vuoi un preventivo, scrivi pure nel form qui sotto.

 

Questo modulo di contatto è disattivato perché l’utente ha rifiutato di accettare il servizio Google reCaptcha, necessario per convalidare i messaggi inviati dal modulo.